Menu

Pietracamela

Pietracamela è un paese della provincia di Teramo che si trova nel Parco del Gran Sasso e Monti della Laga alle pendici del Gran Sasso sotto la cima del Corno Piccolo che la incornicia in un maestoso panorama mozzafiato. Fa parte dei "Borghi più belli d'Italia".

COME ARRIVARE

Pietracamela dista circa 100 km da Pescara, circa 65 km da L’Aquila, circa 180 km da Roma e circa 300 km da Napoli.

In automobile

Percorrendo l’autostrada Adriatica A14, uscire a Teramo/Giulianova/Mosciano Sant’Angelo e proseguire per Teramo continuando sulla SS80 seguendo le indicazioni per Pietracamela.

In treno

Sulla linea ferroviaria Adriatica scendere alla stazione di Teramo e proseguire con i mezzi pubblici.

In aereo

Pietracamela dista circa 100 km dall’Aeroporto internazionale d’Abruzzo di Pescara da dove è facilmente raggiungibile, con mezzi pubblici, la stazione ferroviaria da cui si diramano le tratte principali del centro Italia.

CENNI STORICI

Si hanno poche informazioni sulla storia di Pietracamela. Nel 1324 veniva chiamata solo Petra. Probabilmente nacque nell’alto-medioevo in seguito alla necessità delle popolazioni della valle di rifugiarsi sulle alture per motivi di sicurezza. Sull’architrave della chiesa parrocchiale è incisa la data più antica riscontrabile: 1432. Fu feudo dei conti Pagliara, poi di Orsini e Asburgo finché passò alla famiglia dei Mendoza, come tutto il resto della sottostante Valle Siciliana.

COSA VEDERE

Il bello di Pietracamela sono i vicoli e le case addossate le une alle altre che si possono vedere passeggiando per il borgo. È tutto costruito rigorosamente in pietra e si conservano molti portali originali decorati da stemmi, simboli e iscrizioni che ricordano il passato storico del paese. Degni di nota i balconi o gafi in legno e le bifore con bassorilievi in pietra di Casa Signoretti. Si conserva ancora una casa-torre e parte di un mulino del XVII secolo.

La Chiesa di San Leucio, dedicata al Santo patrono, è ubicata all’ingresso del paese. La data del 1324 delle fonti documentarie ricorda la sua fondazione medievale anche se attualmente l’aspetto è barocco. All’interno, degni di nota, l’acquasantiera riccamente scolpita del XVI secolo, l’organo settecentesco e due croci in argento attribuite a Nicola da Guardiagrele.

Anche la Chiesa di San Giovanni Battista ricorda la sua fondazione con una data incisa sul portale: l’anno 1432 è inglobato in una splendida epigrafe composta da caratteri gotici. Anch’essa è costellata di elementi di epoca barocca. La facciata è coronata da un doppio campanile a vela.

Appena fuori dal paese è visitabile la Chiesetta di San Rocco, semplice e lineare, datata anch’essa da un’iscrizione sul portale che la attribuisce al 1530. Ha più valenza simbolica che strutturale in quanto fu dedicata al santo per la sua protezione durante la peste del 1528-29.

TIPICITA’ DEL BORGO

La ricchezza di Pietracamela è la sua posizione immersa tra i boschi del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, che ha anche un centro visite nel borgo. Da Pietracamela si sale con una affascinante cabinovia alle distese di Prati di Tivo, località dalla ricchezza inestimabile sia d’estate, con i meravigliosi boschi, che d’inverno, con gli impianti sciistici. La pace e la tranquillità che si respira nel borgo sono meta di turisti e villeggianti che desiderano tornare per un attimo ad un ritmo di vita lento e rilassante tipico dei piccoli borghi montani, assaporando i piatti tipici abruzzesi e respirando l’aria pura della montagna.

Non ci sono prodotti corrispondenti alla selezione.