Menu

Tagliacozzo

Tagliacozzo si trova in provincia dell’Aquila, nel cuore della Marsica, abbarbicato su di uno sperone di roccia da cui prende il nome e da dove domina i Piani Palentini, dove si decisero le sorti degli Svevi e degli Angioini nella Battaglia di Tagliacozzo. Fa parte dei "Borghi più belli d'Italia".

COME ARRIVARE

Tagliacozzo dista circa 130 km da Pescara, circa 60 km da L’Aquila, circa 90 km da Roma e circa 190 km da Napoli.

In automobile

Percorrendo l’autostrada A25 Roma - Pescara, imboccare l’uscita per Magliano dei Marsi e seguire le indicazioni per Scurcola lungo la SS5 in direzione di Tagliacozzo.

In treno

Sulla tratta ferroviaria Roma - Pescara si raggiunge la stazione ferroviaria di Tagliacozzo o Villa San Sebastiano.

In aereo

Tagliacozzo dista circa 130 km dall'Aeroporto internazionale d’Abruzzo di Pescara da dove è facilmente raggiungibile, con mezzi pubblici, la stazione ferroviaria da cui si diramano le tratte principali del centro Italia.

CENNI STORICI

Tagliacozzo si trova nella Marsica, la terra del battagliero popolo italico dei Marsi che la conquistò e la protesse nell’epoca preromana. Nel medioevo fu feudo dei De Pontibus che consolidarono il loro potere grazie all’appoggio dei D’Angiò che proprio in quei territori sconfissero gli Svevi, nella famosa battaglia di Tagliacozzo del 1268, sancendo la loro salita al potere. In seguito il feudo passò agli Orsini grazie ai quali fu annesso allo stato Pontificio. Né è testimone il vicino Castello Orsini di Scurcola Marsicana.

COSA VEDERE

Sulla suggestiva Piazza centrale del paese, denominata dell’Obelisco, si affaccia il Palazzo Ducale, costruito dalla famiglia degli Orsini nel XIV secolo e completato poi dai Colonna il secolo successivo. Interessante notare sui portali gli stemmi scalpellati delle famiglie. Degna di nota la facciata arricchita da eleganti bifore e da un bel portale scolpito. L’interno mostra l’eleganza e la fastosità della manifestazione del potere dei baroni: scaloni monumentali, stanze affrescate, con la rappresentazione di Roberto Orsini e consorte, saloni e dipinti. Ricca di affreschi di epoca tardo-gotica anche la piccola cappella palaziale.

A Tagliacozzo è vivo il culto di San Francesco, e il Convento a lui dedicato infatti ospita la tomba del suo biografo Tommaso da Celano. È composto da chiesa, convento e chiostro che furono iniziati nel XIII secolo e completati nel XV. Della chiesa originale resta la sobria facciata con il meraviglioso rosone e il bel portale scolpito. Interessante il chiostro affrescato con le storie di San Francesco secondo San Bonaventura.

La Chiesa dei Santi Cosma e Damiano è la più antica del borgo. Costruita probabilmente nell’VIII secolo conserva attualmente l’aspetto di epoca romanica con portale e campanile rinascimentali. All’interno, degno di nota, un tabernacolo dorato in legno seicentesco. È connessa con un Convento di Clarisse che custodiscono gelosamente una Veronica del Cristo venerata in paese anche con una processione.

Tracce della Tagliacozzo più antica, probabilmente di fondazione medievale dell’XI secolo, sono rintracciabili nei ruderi del castello che sormontava il borgo da Monte Civita.

TIPICITA’ DEL BORGO

Tagliacozzo è “il paese di mezzo”, lo stesso toponimo significa “taglio nella roccia”, riferendosi alla spaccatura della montagna nella quale sorse l’insediamento. La montagna che sovrasta e circonda il paese è ricca di boschi e prati nei quali effettuare splendide escursioni. Si affaccia sulla Marsica ma si trova quasi al confine con il Lazio.

L’enogastronomia rievoca i migliori piatti della cultura abruzzese, come l'agnello arrosto, celebrando il carattere rurale del borgo, maiale e insaccati in tutte le salse, la polenta con le spuntature, piatto tipico del paese, e sagne e ceci, i quali sono ossequiati anche in una sagra estiva.

EVENTI DI INTERESSE

All'inizio di Agosto si tiene la Sagra degli gnocchetti con i ceci.

All'inizio di Dicembre si tiene, invece, la Sagra della polenta con salsicce e spuntature.

Non ci sono prodotti corrispondenti alla selezione.